Ristorante La Maddalena, Trattoria Da Bocchetta - Sardegna

Ristorante Elegante a La Maddalena

Ristorante Da Bocchetta



Aperto tutti i giorni:
12.30 - 15.00
19.30 - 00.00
Ristorante menu di pesce Da Bocchetta, La Maddalena

Ristorante di pesce in centro a La Maddalena. Raffinato ed elegante, è curato nei minimi dettagli. La recente ristrutturazione lo ha reso distinto ma sobrio e l’ampio spazio esterno, in una delle piazzette del centro, permette piacevoli serate all’aperto.
Il locale propone piatti che mantengono forti legami con la tradizione ed il territorio e che si basano essenzialmente sulla semplicità delle materie prime e la sapienza nel loro utilizzo.
Una cucina dove il pesce la fa da padrone: un' accurata scelta degli ingredienti, una lavorazione che ne esalta la freschezza, la qualità e la sapiente presentazione dei piatti sono i punti forti che fanno del ristorante il punto di riferimento per la cucina di qualità a La Maddalena.

Photogallery


Locale recentemente ristrutturato, fine ed elegante ma che mantiene calore e sobrietà al centro de La Maddalena. Gli spazi interni ed il dehors offrono la possibilità di piacevoli serate, anche all'aperto.
La cantina refrigerata di recente realizzazione da un tocco di classe ad un ristorante di sicuro livello.

Summer


Ristorante con dehors in centro a La Maddalena.
Nella piazzetta antistante il locale è allestito un ampio ed elegante spazio esterno dotato di ogni comfort per piacevoli serate all'aperto nel cuore del centro storico de La Maddalena.

Press

Approfondimenti


La Fregola

La fregola è un tipo di pasta di semola di grano duro tipica della Sardegna, anche se in realtà il suo vero nome è fregula, un termine di derivazione latina (ferculum) che, associato ai verbi quali sminuzzare, frammentare e frisare, potrebbe tradursi con la parola “briciola”.
Ha una storia antichissima, addirittura, secondo alcune fonti, questo tipo di pasta veniva già prodotto ed esportato nel X secolo. Viene associata spesso al cuscous, i cui granelli di semola sono effettivamente simili, e si diffusero nel corso dei secoli in tutto il Mediterraneo, seguendo diverse rotte commerciali e assumendo diverse denominazioni: zabzin, barkus, mahammas, kuskusn, saksakiyya, cuzcuz, sekso, kuskus. In base a queste premesse, si potrebbe quindi pensare che anche la fregola possa essere il frutto di uno scambio culturale con i popoli Fenici, Punici e Cartaginesi, ma non essendoci prove certe che possano confermare questa tesi, non si può nemmeno escludere che la fregola sia un prodotto del tutto Sardo. Il primo documento storico che ne menziona la produzione è lo Statuto dei Mugnai di Tempio Pausania risalente al XIV secolo, in cui si regolamenta la preparazione, che doveva avvenire rigorosamente dal lunedì al venerdì, per potere destinare ai campi l’acqua del sabato e della domenica.
Disponibile in varie dimensioni, è prodotta per "rotolamento" della semola dentro un grosso catino di coccio e tostata in forno. Si presenta sotto forma di palline irregolari di diametro variabile fra i 2 e i 6 millimetri.
Ideale per condimenti di pesce, mitili o crostacei ma anche di carne.
Contatti Da Bocchetta